Tutto Passa, Tutto Resta

finger 18-19 Giugno Dalle 18:00
finger Ai 300 scalini, Parco San Pellegrino, 40135 Bologna BO
finger € 11.50
INFO

Tutto Passa Tutto Resta

18 – 19 Giugno

 Ai 300 Scalini

 

18 GIUGNO

 

19 GIUGNO

 

___________________________________________________________________________________________________

Con Boxer ricevi il biglietto direttamente via mail ? , già valido per l’ingresso (anche su smartphone ? ) .

?? Addio spese di spedizione ✈, corrieri ? e file interminabili alle casse ??????___________________________________________________________________________________________________

Tutto passa, tutto resta

di Gabriella Salvaterra

SST – Sense Specific Theatre

con

Arianna Bartolucci, Simona Mazzanti, Claudio Ponzana, Gabriella Salvaterra, Davide Sorlini, Laura Torelli, Monica Varroni, Annalisa Zoffoli

 

Spettacolo per due spettatori alla volta.

Hai visto quando un cane alza il muso verso l’alto, dilata le narici, cercando quello che noi non possiamo vedere né sentire? Cosa trova nell’aria?

Bambini che giocano in un parco, una pentola in una cucina, voci, silenzi, qualcosa di antico che arriva da lontano.  Lui sente e sa che tutto è mescolato con tutto, unito in una forma unica con legami per noi invisibili, o che forse solo non abbiamo tempo e capacità di vedere.

Non siamo uno, isolato e differente, ma un solo organismo che palpita in una sinfonia sempre presente da prima del nostro arrivo, e che continuerà dopo la nostra partenza.

Tutto passa, tutto resta.

Ho provato a creare un piccolo viaggio intimo – afferma Gabriella Salvaterra – in cui cercare i legami invisibili, in cui alzare lo sguardo e dare spazio all’ascolto, per vedere se riesco, se riusciamo a sentire che siamo una parte di qualcosa di molto più grande. Immaginare un’esperienza sensoriale poetica ed immersiva nell’ambiente naturale è un meraviglioso viaggio artistico. La Natura è sempre già presente, perfetta ed incredibile nella sua imperfezione, ed è sempre più forte, più sorprendente del mio lavoro. Con la Natura si può solo giocare, la si può solo ascoltare per cercare di capire come e dove ci consente di posizionarci, quello che ci permette di fare, come diventare suoi complici nel processo creativo artistico”.

Tutto passa, tutto resta è un percorso sensoriale a tappe che, seguendo una precisa drammaturgia sensoriale, si ispira al luogo naturale in cui si svolge e si modifica nella sua forma e nelle sue installazioni in accordo alle caratteristiche dello spazio.

MODALITÀ DI INGRESSO – Leggere con attenzione

È previsto l’ingresso per due persone alla volta, a flusso continuo, ogni 5 minuti, per una capienza complessiva di 62 spettatori al giorno. Il primo ingresso è alle ore 18, l’ultimo alle ore 20.30.

Importante: ai partecipanti è richiesto di presentarsi ai 300 scalini dieci minuti prima del proprio turno di entrata (es. se ho acquistato il biglietto per il turno delle 18 dovrò presentarmi alle 17.50; se ho acquistato il biglietto per il turno delle 18.10 dovrò presentarmi alle 18, e così via). La puntualità è fondamentale. In caso di ritardo, non sarà possibile accedere ai turni successivi a meno che non vi siano assenze. Lo spettacolo inizierà alle ore 18 in punto.

Il percorso è previsto per due persone alla volta ma per partecipare non si deve per forza aver formato già una coppia; è possibile, infatti, acquistare un solo biglietto per sé. A questo proposito, la produzione consiglia vivamente di condividere l’esperienza con una persona non conosciuta.

La durata dello spettacolo è di circa 45 minuti.

Lo spazio si trova all’interno del Parco San Pellegrino; vi si accede da via di Casaglia salendo gli scalini adiacenti al civico 37 o attraverso il percorso CAI 914 che attraversa il parco da Villa Spada.

***

Gabriella Salvaterra, artista italiana, dopo diverse esperienze iniziali nell’ambito del teatro e della danza, nel 1999 entra nella compagnia internazionale Teatro de los Sentidos, con cui lavora stabilmente per 20 anni in Europa, America Latina, Stati Uniti, Asia ed Australia.

Nel 2011 firma la sua prima regia, insieme ad Enrique Vargas, con lo spettacolo “Cuando el rio suena” prodotto dal Festival Santiago a Mil, in Cile. Dal 2012 è insegnante nel postgrado universitario “Linguaggio sensoriale e poetica del gioco” dell’Università di Girona. Nel 2013 inizia il suo percorso personale in Cile, lavorando sia alla creazione di esperienze immersive di teatro sensoriale nella natura, sia alla realizzazione di installazioni abitate, spazi immaginari e spettacoli teatrali immersivi.

La sua prima regia è “dopo” (2015), coproduzione Vie Scena Contemporanea Festival, a cui seguono “un attimo prima” (2017), coproduzione Da vicino nessuno è normale Festival, “sollievo” (2019) coproduzione Le Channel – Scene Nationale Calais, “succede” (2021), coproduzione Artisti Drama.

Dal 2014 apre una collaborazione residenziale con l’Ecovillaggio di Granara e con il Festival di Granara, che porta nel 2019 alla creazione dell’esperienza sensoriale “dove i treni non fermano” realizzate interamente nel bosco dell’Ecovillaggio.

Parallelamente alla sua attività artistica a partire dal 2016 ha iniziato a formarsi nella tecnica Gestalt seguendo tutto il percorso SAT della scuola di Claudio Naranjo; si è poi specializzata in ambito teatrale seguendo il corso di formazione “Le vie del teatro” con insegnanti come Juan Carlos Coraza e Alain Vigneau.

Attrice, regista, formatrice, artigiana e scenografa, da sempre interessata ai punti di contatto tra installazione, spazio immaginario ed esperienza teatrale immersiva, continua a sviluppare due percorsi artistici; il suo lavoro all’interno di teatri e spazi non convenzionali, e l’esperienza immersiva intima all’aperto, in ambiente naturale.

Maggiori informazioni sul sito http://ai300scalini.blogspot.com/

Questo evento fa parte di Bologna Estate 2021, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Destinazione Turistica

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto